[Campania] Non solo GDO: Eldo chiude tre negozi e licenzia 100 lavoratori, 500 a rischio

In Campania, dopo le vicende eclatanti della GDO quali Unicoop, ex-Carrefour e Brico, le chiusure investono anche la media distribuzione.

Dopo quello di Fnac, infatti, è scoppiato il caso Eldo che, senza neanche rispettare i preavvisi di legge nei confronti dei dipendenti, ha disposto la chiusura dei tre punti vendita campani di Mercogliano (AV), Pozzuoli (NA) e Napoli del quartiere Vomero.

eldo.jpg

All'apertura dello store irpino, la mattina di Lunedì 27 Maggio, i dipendenti hanno trovato la saracinesca abbassata quando solo pochi giorni prima l'azienda aveva sottoscritto un accordo in cui si impegnava a garantire la cassa integrazione a rotazione per tutti e 18 i lavoratori e l'apertura dell'esercizio almeno fino al prossimo Dicembre.

A Napoli invece la notizia della chiusura è stata accompagnata, Venerdi 31 Maggio, dalla beffa di trovare sulla saracinesca di Via Kerbaker un cartello con su scritto "Chiuso per inventario". I 12 impiegati hanno così organizzato un volantinaggio accusando l'azienda di aver chiuso 6 punti vendita negli ultimi 5 mesi lasciando a casa di punto in bianco circa 100 lavoratori. "Eldo fa la differenza anche quando prende oltre 100 persone e se le scrolla di dosso" quindi, ma non sono mancate anche critiche alle organizzazioni sindacati provinciali colpevoli di aver abbandonato i lavoratori.

Ma a preoccupare ancor di più è la mancanza di rassicurazioni per l'insieme dei punti vendita in Campania: con queste premesse, sono circa 500 gli impiegati che attualmente rischiano il posto.

leggi anche
- [Napoli] Tra cassa integrazione e mobilità: continua l'odissea dei lavoratori Eldo (15/12/2013)
- [Napoli] Vicenda Eldo: diamo la parola ai lavoratori (07/12/2013)
- [Campania] Eldo augura Buon Natale ai suoi dipendenti (04/12/2013)

Rete Camere Popolari del Lavoro