[Roma] Continua la battaglia decisiva dei lavoratori licenziati da Multiservizi

occupazione roma multiservizi

Ancora sviluppi sul fronte della Roma Multiservizi.
Pubblichiamo in ordine: un articolo dei compagni del Pane-Rose sull'occupazione della Sala delle Bandiere del Campidoglio da parte dei 48 lavoratori licenziati; il comunicato dell'USI che tra l'altro rilancia l'incontro della Rete Municipalizzate Romane per Mercoledì 15 alle 18.30 alla "camera del lavoro autorganizzata" (via Ostuni 9).

da pane-rose.it

Prosegue, con un'altra clamorosa azione, la battaglia dei dipendenti licenziati da Multiservizi. Dopo un incontro, in Campidoglio, con Mirko Coratti, Presidente dell'Assemblea Capitolina, 20 lavoratori hanno avviato, oggi, l'occupazione della Sala delle Bandiere, il luogo in cui si riunisce la Giunta Comunale. L'intento dichiarato è quello di aspettare il primo cittadino, Ignazio Marino, per ricevere da lui risposte non elusive. Il punto è che, sin qui, il Sindaco e la sua Giunta, non sembrano aver preso troppo a cuore la vicenda dei 48 lavoratori licenziati. Eppure, la questione coinvolge direttamente l'amministrazione comunale: Multiservizi, infatti, è un esempio di "partenariato tra imprenditoria privata e pubblica" che vede coinvolta la Municipalizzata Ama, detentrice del 51% del suo capitale azionario, e la Manutencoop Pscarl, che possiede il rimanente 49%.

I licenziamenti, come è noto, sono avvenuti nel quadro della perdita di un appalto sulla manutenzione del verde nelle scuole statali, in seguito a un bando di gara che non prevedeva la clausola della salvaguardia occupazionale. 
Certo, in questi mesi vi sono stati dei passaggi istituzionali importanti: si pensi alla mozione approvata, nella notte tra il 6 e il 7 agosto, dall'Assemblea Capitolina, che impegnava il Sindaco e la Giunta a “ad avviare, nei confronti del personale di Roma Multiservizi SpA (…) la procedura prevista dalla legge n. 147/2013 (…) al fine di ricollocare i lavoratori in esubero, nell’ambito della medesima società ovvero presso altre società controllate da Roma Capitale”. 
Ma a questo atto ufficiale, non è stato sin qui dato un seguito concreto. Ciò, nonostante lo stesso Piano di Riequilibrio di Roma Capitale, concordato a luglio col Governo, nel sancire la dismissione della partecipazione in Multiservizi, prevede che in ogni caso non vengano intaccati i livelli occupazionali.

Proprio in quest'ottica, rispondendo a un'istanza presentata dai lavoratori stessi, il Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha inviato, il 23 settembre, una comunicazione al Comune, chiedendogli un chiarimento sulla vicenda. In merito al quale, peraltro, non si sono avuti ancora riscontri. 
Di più, oggi in Senato 5 onorevoli (Casaletto, Alberici, Gambaro, Campanella, Bignami e Bocchino) hanno presentato una Interrogazione a risposta scritta chiedendo al governo "quali (...) misure di tutela (...) intende intraprendere a difesa dell'applicazione del dettato del Piano di Riequilibrio (...) in merito" alla "'salvaguardia dei livelli occupazionali' del personale licenziato dalla Roma Multiservizi Spa e se (...) intenda sanzionare la Giunta di Roma Capitale per non aver rispettato il suddetto dettato".

Vedremo nei prossimi giorni se, beneficiando di queste prese di posizione da parte politica ed istituzionale e proseguendo con determinazione la propria lotta, i lavoratori licenziati riusciranno ad ottenere risultati. Scuotendo un'amministrazione capitolina che, sulla questione, ha davvero dato il peggio di sé e, soprattutto, garantendosi il diritto al lavoro e, in ultima analisi, alla vita.

 

COMUNICATO CONFEDERAZIONE USI sui lavoratori licenziati dalla ROMA MULTISERVIZI SPA

b_300_0_16777215_00_images_02_lotte_cosa_si_muove_2014_10_11_mulservizi_roma2.jpgMentre in Senato veniva approvata con una nuova fiducia (di cui non comprendiamo l’esigenza) ...non ne esistono infatti i motivi .. la delega a Renzi sul “Jobs Act” ... contro i cui effetti saremo in Piazza domani con gli studenti per lo sciopero della scuola del 10 ottobre ed il 14 novembre (nonostante le tante ...limitazioni imposte dalla commissione di garanzia sugli scioperi) per lo sciopero generale e sociale.
Ai licenziati della Multiservizi .. ai quali è stata applicata in anticipo la modifica dell' art.18 di cui tanto si parla in questi giorni ... (che da martedì sono costretti ad un presidio permanente in Campidoglio) VENIVA COMUNICATO CHE LA LORO PRESENZA AL CARROCCIO - IN ATTESA DELLA PROMESSA VISITA/INCONTRO CON IL SINDACO (che doveva avvenire ieri sera!) ERA CONSIDERATA SGRADITA E PER QUESTO RISCHIAVANO UNA DENUNCIA...

TRA L’ALTRO I VIGILI HANNO COMUNICATO CHE NON POSSONO NEANCHE RECARSI AL BAR INTERNO PER L’ACQUA O PER UN CORNETTO … MA AL MASSIMO AL BAGNO SCORTATI COME DEI CRIMINALI.
L'USI DENUNCIA QUESTO NUOVO ATTO DI REPRESSIONE CONTRO LAVORATORI INGIUSTAMENTE LICENZIATI DA UNA AZIENDA PARTECIPATA A MAGGIORANZA … CON I SOLDI DEI CITTADINI ROMANI ...

UNA VERA VERGOGNA CHE DURA DA PIÙ DI UN MESE CON 48 FAMIGLIE ALLA FAME ... PERCHE’ L’AZIENDA NON HA CORRISPOSTO LORO NE’ L’INDENNITA’ DI MANCATO PREAVVISO NE’ LA LIQUIDAZIONE!
ESPRIMIAMO PER QUESTO LA NOSTRA PIENA SOLIDARIETÀ E DENUNCIAMO A TUTTA LA CITTÀ QUANTO STA ACCADENDO … CHIEDENDO IL MASSIMO APPOGGIO A QUESTA LOTTA ESEMPLARE (CHE HA VISTO LA GIUNTA MARINO NON RISPONDERE A INTERROGAZIONI COMUNALI E PARLAMENTARI OLTRE CHE ALLE RICHIESTE DI SPIEGAZIONI DA PARTE DELLA SEGRETERIA DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO)

L'Usi ha attivato con i suoi legali le procedure per il ricorso contro il licenziamento CHE I LAVORATORI HANNO FIRMATO ...ma ritiene che la politica dovrebbe fare un passo in avanti e convocare un tavolo tecnico, come più volte era stato promesso, obbligando la Multiservizi a ritirare i licenziamenti ...

L’USI riscontra che troppe situazioni (aziende partecipate, fondazioni, affidatarie di servizi …) si trovano in difficoltà a Roma e la risposta avviene con licenziamenti (già fatti o in via di esecuzione): Trambus Open, Teatro dell'Opera, Roma Multiservizi, Risorse per Roma, call center 060606 .... e ritiene che è ora di organizzare una risposta collettiva ... per questo invita tutti e tutte a partecipare alla prossima riunione della RETE DELLE MUNICIPALIZZATE DI ROMA.

Riuniamo le nostre forze e incontriamoci tutti/e mercoledì 15 alle 18,30 alla camera del lavoro autorganizzata in via Ostuni 9 (presso il laboratorio sociale la Talpa) al Quarticciolo ...

Rete Camere Popolari del Lavoro