[Napoli] Astir in liquidazione, a rischio 463 lavoratori senza stipendio da 9 mesi

Sembra essere arrivata in prossimità del capolinea la vertenza dei lavoratori Astir, società partecipata della Regione Campania addetta alle bonifiche ambientali sul territorio. Lo scorso 26 marzo i 463 dipendenti, in agitazione da mesi per l’ottenimento di ormai oltre nove mensilità arretrate, hanno appreso di essere stati licenziati in conseguenza alla messa in liquidazione della società.

Astir. 463 lavoratori a rischio licenziamento e senza stipendi da 9 mesi

Nel corso degli ultimi mesi è stata puntuale, da parte dei lavoratori in agitazione, la denuncia della cattiva gestione della società, il blocco delle commesse da parte della Regione a vantaggio di aziende appaltatrici terze, il continuo slittamento dell’approvazione del Bilancio di Previsione Regionale definitivo, causa dei crescenti ritardi nella corresponsione degli stipendi.

Se da un lato la notizia del licenziamento non si è lasciata attendere e ha raggiunto le pagine dei quotidiani locali prima ancora che ne fossero informati i rappresentanti sindacali, dall’altra l’ennesima proroga al 30 aprile del termine dell’esercizio provvisorio, decretato in Consiglio Regionale il giorno successivo, non ha fatto altro che posticipare di poche settimane il destino di quella che sembra essere una vertenza ormai finita su un binario morto.

L’ulteriore rinvio dell’approvazione del bilancio annuale, votato mentre diversi dipendenti Astir occupavano il tetto del palazzo in cui si teneva il Consiglio, nel Centro Direzionale della città, non rappresenta altro che l’ennesima boccata di ossigeno rispetto alle promesse di una loro possibile ridestinazione verso un nuovo quanto incerto futuro occupazionale. Il rovescio della medaglia è però l’ennesimo slittamento delle retribuzioni, nonché dell’eventuale accesso alla cassa integrazione qualora fosse invece confermato in via definitiva il licenziamento.

Nel mezzo delle vicende societarie c’è infatti da sottolineare il continuo peggioramento delle condizioni di vita di lavoratori. Per cercare di soddisfare i bisogni di base, ieri, 29 marzo, alcuni di loro sono andati alla Coop di Via Arenaccia (Napoli), rivendicando la possibilità di una “spesa sociale” per cercare di fronteggiare la situazione ormai sull’orlo del baratro.

---
per saperne di più sulla lotta dei lavoratori dell’Astir (da clashcityworkers.org)
- 21 maggio 2012
- 24 maggio 2012
- 10 settembre 2012
- 24 settembre 2012
- 29 ottobre 2012
- 04 febbraio 2013
- 06 febbraio 2013

- Video dell’iniziativa della “spesa sociale” alla Coop di Via Arenaccia (Napoli)

Fonti
- Campania Notizie
- Intervista sul tetto del Consiglio Regionale della Campania
- Asca.it

Rete Camere Popolari del Lavoro