[Genova-Firenze] oltre 200 esuberi tra i dipendenti dell'indotto Esaote

Sono 220 su 680 i dipendenti di Esaote, azienda specializzata nella produzione di macchinari biomedicali, che rischiano il posto di lavoro.

esaote.jpg

L’azienda ha presentato un Piano Industriale che prevede 220 fra esuberi, Cig e trasferimenti, esternalizzazioni, cessioni, 31 nella sola Firenze, 51 Cig a zero ore, e 22 trasferimenti a Genova. I lavoratori hanno già manifestato la propria indisponibilità ad accettare questo Piano, a Firenze con un presidio di protesta di fronte a Palazzo Vecchio, a Genova con un presidio sotto la Prefettura (lunedì 7 luglio).

Ad essere colpiti dal piano industriale di Esaote sono anche i lavoratori dell'indotto, in particolare della ditta Oms Ratto di Genova, che hanno sfilato in corteo, bloccando il traffico, per portare dentro al Consiglio comunale la loro rabbia. Qui il video.

L’azienda, che ha già usufruito di circa 8 milioni di incentivi per l’occupazione da parte della Regione Toscana, non indietreggia di fronte a questi primi tentativi di opposizione da parte dei lavoratori.

Rete Camere Popolari del Lavoro