[Campania] Settimana di agitazione per i lavoratori.

Una settimana come le altre. Gli organi di informazione sono concentrati sull'alluvione che ha colpito la Sardegna, sulla legge di stabilità da approvare, sulla decadenza del senatore Berlusconi. La lotta dei lavoratori dei trasporti di Genova irrompe sulla scena dopo tre giorni di sciopero selvaggio. Ma la conflittualità sui posti di lavoro è quotidiana.

sciopero vignetta.jpg

Durante questa settimana in Campania varie vertenze sono state portate avanti.

Martedì gli edili di Pozzuoli che hanno lavorato alla ristrutturazione del Rione Terra hanno manifestato in corteo per chiedere lo sblocco dei fondi governativi che permetterà il pagamento degli stipendi arretrati e la fine della cassa integrazione in cui si ritrovano in 85, sono in totale un centinaio.

Giovedì i forestali hanno occupato la sede della comunità montana Irno-Solofrana. Sono 4400 i lavoratori del settore nella regione. Attendono le spettanze arretrate, in media sedici, più di un anno di stipendi arretrati.

A Benevento va avanti l'agitazione dei lavoratori del 118. Il 2 dicembre è stato indetto uno sciopero del personale. L'altro ieri i lavoratori hanno effettuato un blocco stradale nella cittadina sannita. Le richieste sono chiare: mantenimento dei livelli occupazionali a parità di mansioni e di salario.

Rete Camere Popolari del Lavoro