[Piacenza] La lotta paga! Reintegrati i lavoratori sospesi al polo IKEA

A due mesi dall'inizio dei picchetti dei lavoratori delle cooperative del Consorzio CGS presso il polo logistico dell'IKEA, la lotta non si può dir conclusa, ma certamente fa segnare un passaggio importante.

IKEA. Reintegrati i 9 lavoratori sospesi

Ieri, lunedì 7 gennaio, l'incontro tra rappresentanti aziendali ed istituzionali e sindacali si è concluso con un accordo: l'IKEA ha ceduto e ha promesso di reintegrare i 9 lavoratori che finora aveva tenuto fuori (altri 3 erano già rientrati) perché colpevoli di essere stati tra i protagonisti della mobilitazione per migliori e più eque condizioni di lavoro.

L'intesa, che andrà formalizzata a breve giro, è arrivata dopo una trattativa iniziata alle quattro del pomeriggio e terminata in nottata. Alla fine di quest'estenuante incontro l'impianto repressivo montato dal colosso del mobile all'indomani delle prime manifestazioni è stato neutralizzato. Ora CGS e IKEA non potranno più farsi scudo di questi provvedimenti repressivi, intesi come arma di ricatto contro i lavoratori, e dovranno invece rispondere alla piattaforma rivendicativa che da mesi pongono i lavoratori ed il sindacato che si sono dati per essere rappresentati, il S.I. Cobas.

L'accordo non mette infatti la parola fine alla lotta. L'IKEA potrebbe ottenere la cassa integrazione, adducendo diminuzione dei carichi di lavoro, e colpire in maniera discriminatoria proprio quei lavoratori che si sono mostrati più combattivi. D'altra parte i lavoratori non si accontenteranno di tornare alle stesse condizioni che vivevano qualche mese fa e che sono state all'origine della lotta.

Per ora sappiamo però che due mesi di mobilitazione costante dei lavoratori, che hanno rifuggito le manifestazioni di facciata e buone solo per accattivarsi l'attenzione e magari la simpatia dei media, la solidarietà militante di tanti altri lavoratori, delle cooperative e non, nonché quella di tante e tanti attivisti che in giro per il territorio hanno portato avanti la campagna contro l'IKEA, utilizzando anche gli spazi virtuali come trincea della battaglia, hanno costretto una delle multinazionali più grandi, potenti e ricche del mondo a cedere.

Per saperne di più sull'accordo raggiunto il 7 gennaio:
Infoaut
Il Sole 24 Ore
Il Fatto Quotidiano

Per approfondire tutti i passaggi della lotta:
Focus sulla lotta all'IKEA

Di seguito pubblichiamo il comunicato del S.I. Cobas.
«Un'altra vittoria del SI-COBAS e di tutto il movimento dei lavoratori del polo logistico.  L'incontro al comune sulla vertenza IKEA è terminato positivamente. Nell'arco di una settimana si dovrebbe giungere ad un accordo che prevede il reintegro dei 9 lavoratori ancora esclusi dal Deposito Ikea ed aprirsi un tavolo con il Consorzio per discutere della piattaforma sindacale che il SI-COBAS ha avanzato all'inizio della vertenza. Nel frattempo, i lavoratori in lotta manterranno il presidio davanti al Deposito in attesa che venga siglato l'accordo sindacale con l'intermediazione delle istituzioni piacentine. La tenacia con la quale i lavoratori stanno conducendo questa battaglia e la solidarietà che hanno ricevuto da molti altri lavoratori e giovani di varie città è stato un binomio importante che ha permesso a questa lotta di tenere ed arrivare a risultati concreti.»

Sostieni la lotta! Contribuisci alla cassa di resistenza per i lavoratori!

Logistica   Ikea