[Milano] 15/09 Sciopero dei lavoratori AFOL

AFOL logo

I lavoratori AFOL (Agenzia Formazione Orientamento Lavoro) hanno convocato uno sciopero per lunedì 15 settembre, in occasione dell’inizio della didattica. Ancora una volta la causa scatenante è il mancato rinnovo dei contratti a termine, motivo che ha condotto i dipendenti AFOL a mobilitarsi già in diverse occasioni.

AFOL è un’azienda speciale gestita dalla Provincia di Milano, che dopo lo smantellamento dei vecchi uffici pubblici di collocamento - nei fatti privatizzati con l’avvento delle agenzie interinali - ha appaltato anche il servizio di supporto e formazione extrascolastica rivolta a disoccupati e studenti degli istituti professionali.
La ricetta di AFOL e provincia è la stessa da almeno quattro anni: taglio delle cattedre e aumento delle ore di lavoro per i dipendenti rimasti. Addirittura alcuni addetti allo sportello disoccupazione verranno inviati nelle scuole ad insegnare!

Nonostante il servizio offerto sia di pubblica utilità, soprattutto in un periodo di crisi occupazionale come quello attuale, la logica proposta è ancora una volta quella aziendale: comprimere i costi del personale e aumentarne la produttività.

Saremo a fianco dei lavoratori AFOL per far sì che la lotta abbia il maggior supporto possibile anche dall’esterno, augurandoci che come negli altri casi, la forza e la determinazione dei lavoratori riescano a sconfiggere i licenziamenti avanzati dalla dirigenza. Uniti possiamo tutto, divisi non siamo nulla.

Di seguito il volantino prodotto dal personale Afol Milano

AFOL MILANO IN SCIOPERO

Perché le responsabilità della dirigenza e della politica non ricadano sui lavoratori e sul servizio!!
Bisogna fare sacrifici, ce lo ripetono in continuazione. A farli però sono sempre i lavoratori, gli studenti e i cittadini.

AFOL Milano non è da meno, si lasciano a casa i tutor della formazione professionale (precari ormai da molti anni) si smantellano i servizi di orientamento e al centro per l’impiego si continua a lavorare in condizioni pietose. Ci dicono che sono sacrifici obbligati dalla crisi, per risparmiare risorse.

Nello stesso momento, ad agosto in gran segreto, escono bandi interni per assegnare 8 posizioni di alto profilo con relative indennità e premi, per un esborso totale che supera i 100.000 euro per le casse di AFOL.

La crisi c’è, ma a quanto pare non per tutti. Siamo stufi di queste prese in giro!!! Chiediamo il ritiro dei bandi interni e la riassunzione dei colleghi lasciati a casa!!!

CHIEDIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO NELLA LOTTA CONTRO CHI HA PERSO DI VISTA LA QUALITA’ DEL SERVIZIO, IL BENE COMUNE  E PENSA SOLO AL PROPRIO INTERESSE!!!

15 settembre 2014, dalle 8.00 alle 12.00 SCIOPERO di tutto il personale Afol Milano e del personale dipendente della Provincia di Milano in distacco

Rete Camere Popolari del Lavoro