Due parole sulla manifestazione di Barcellona contro la riforma delle pensioni

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://www.kaosenlared.net/img2/163/163374_mossosdesalojo22012011.jpg'
multithumb2 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://www.kaosenlared.net/img2/163/163374_mossosdesalojo22012011.jpg'
multithumb5 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://www.kaosenlared.net/img2/163/163374_mossosdesalojo22012011.jpg'
multithumb4 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://www.kaosenlared.net/img2/163/163374_mossosdesalojo22012011.jpg'
multithumb3 found errors on this page:

There was a problem loading image 'http://www.kaosenlared.net/img2/163/163374_mossosdesalojo22012011.jpg'
There was a problem loading image 'http://www.kaosenlared.net/img2/163/163374_mossosdesalojo22012011.jpg'
CONTRO IL “PENSIONAZO”
22-01-2011 - BARCELLONA

SABATO 22 GENNAIO 2011 PER LE STRADE DI BARCELLONA CIRCA 4000 PERSONE HANNO MANIFESTATO PER PROTESTARE CONTRO LA RIFORMA DELLE PENSIONI CHE IL GOVERNO DI ZAPATERO VORREBBE FAR APPROVARE IL PROSSIMO 28 GENNAIO.
Esattamente come le riforme del sistema pensionistico che abbiamo conosciuto in Italia, costituisce un netto peggioramento delle condizioni di vita della classe lavoratrice. Si parla infatti, tra le altre cose, di un innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni e di un taglio alle pensioni del 26%.

163374_mossosdesalojo22012011.jpgIl corteo sfilato per le vie di Barcellona ha lanciato slogan contro il governo, ma anche contro i sindacati “gialli” (Comisiones Obreras e Unión General de los Trabajadores), colpevoli di una sostanziale complicità con i progetti del governo “socialista”.

I MANIFESTANTI HANNO CONCLUSO LA GIORNATA CON L’OCCUPAZIONE DELL’EX PALAU DEL CINEMA DI BARCELLONA, DA TEMPO IN DISUSO, CON L’OBIETTIVO DI TRASFORMARE LO STABILE IN UNA “CASA DELLO SCIOPERO”, a partire dalla quale organizzare iniziative di preparazione del prossimo sciopero generale, indetto in Catalunya dai sindacati di base CGT, CNT, IAC, COS e Co.Bas per giovedì 27 gennaio. Anche in altre regioni - Euskal Herria e Galizia – per quella giornata è stata proclamato lo sciopero generale contro la riforma delle pensioni.

LE FORZE REPRESSIVE DELLA CATALUNYA, I FAMIGERATI MOSSOS D’ESQUADRA, HANNO PERÒ SGOMBERATO LA “CASA DELLO SCIOPERO” VERSO MEZZANOTTE, procedendo all’identificazione delle 418 persone che in quel momento si trovavano all’interno, intenti a seguire un’assemblea che aveva il compito di gettare le basi per la costruzione di momenti di avvicinamento allo sciopero del 27 gennaio.

Fonte: kaosenlared.net
Video (con sottotitoli in castigliano): youtube.com

Rete Camere Popolari del Lavoro