×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder iniziativaikea is expected to be a path relative to the image base folder specified in the administration back-end.

IKEA tappezza Napoli e Firenze di manifesti per pubblicizzare il suo nuovo prodotto "Mario" a soli 0 euro

[sigplus] Critical error: Image gallery folder iniziativaikea is expected to be a path relative to the image base folder specified in the administration back-end.

Nella notte di sabato 10 novembre, in occasione della giornata di solidarietà con gli operai delle cooperative in appalto presso l'IKEA di Piacenza, i muri della città di Napoli sono stati riempiti da un manifesto che sottolineava le condizioni di sfruttamento e negazione dei più elementari diritti cui il colosso del mobile costringe i lavoratori, arrivando fino a minacciare il sostanziale licenziamento di 107 di loro come misura ritorsiva per la lotta che stanno combattendo da tre settimane.

g.jpg

Quest'iniziativa si inserisce nel solco delle decine di azioni che in tutt'Italia mirano ad inchiodare l'IKEA alle sue responsabilità nella vicenda, tra cui i presidi dinanzi agli IKEA store di quest'ultimo fine settimana.

L'azienda, che si professa democratica e progressista, ha moderato i commenti che stavano riempiendo le sue pagine facebook ed ha chiuso il sito spazioalcambiamento.it, che gli attivisti solidali con i lavoratori di Piacenza stavano riempiendo di messaggi che richiamavano l'IKEA al rispetto dei diritti e della dignità di chi lavora. E' tutt'ora in corso la campagna di 'bombardamento' mediatico e di subvertising i cui materiali è possibile scaricare qui.

...a Firenze

 

La solidarietà ai lavoratori delle cooperative della logistica dell'Ikea, dopo i volantinaggi a Sesto Fiorentino dei giorni scorsi, è stata ribadita anche oggi durante il corteo in occasione dello sciopero generale a Firenze, con un attacchinaggio, lungo il percorso della manifestazione, del manifesto "Voi montate i mobili, loro vi smontano i diritti".

Una solidarietà che è stata amplificata dai megafoni degli spezzoni nel corteo, via via che le mura si coloravano di giallo e blu dei manifesti,  per dare voce ad una lotta che coinvolge un centinaio di lavoratori, ma che, come sappiamo, parla a tutti i lavoratori. Le condizioni di sfruttamento, di ricatto, di repressione nei confronti delle lotte, di compressione di salario e diritti, di aumento dei carichi e ritmi di lavoro possono assumere forme diverse, ma sono sostanzialmente le stesse.

E' per questo che la campagna Pessima Ikea con volantinaggi, manifesti Subvert Ikea di bombardamento mediatico, ha ovviamente l'obiettivo di sostenere i lavoratori dell'Ikea, rompendo il silenzio e colpendo l'immagine rassicurante "legnochiaro" del colosso scandinavo, ma non solo. Questa campagna contiene in sé una pratica potente di unità delle lotte, oltre i confini, in cui i padroni vogliono rinchiuderci, oltre il magazzino di Piacenza, oltre la separazione dipendenti diretti/appaltati, oltre i compartimenti stagni delle categorie contrattuali in cui siamo imbrigliati, oltre  il loro tentativo di metterci gli uni contro gli altri: giovani/vecchi, italiani/immigrati,  lavoratori a tempo determinato/tempo indeterminato.
Continua la campagna Pessima Ikea! Uniamo le lotte!

>> scarica qui il manifesto in formato per la stampa

{gallery}iniziativaikea{/gallery}

Logistica   Ikea